tic

Movimento rapido, ripetitivo, stereotipato. Forma di disarmonia corporea e sintomo di disarmonia psichica.

Può evidenziare un sentimento soffocato (rabbia, angoscia, rammarico, eccitazione o imbarazzo) che trova un modo per riemergere.

È importante escludere possibili cause fisiologiche e poi rivolgersi ad uno psicologo che possa aiutare il bambino ad esprimere attraverso altre strade, il conflitto e l’ansia che sta alla base del tic. Allo stesso tempo si possono aiutare i genitori a trovare strategie efficaci per sostenere il piccolo nel superamento delle sue difficoltà.

Il tic rappresenta, infatti, il modo in cui il bambino tira fuori una tensione emotiva, un’angoscia che non sa esprimere in altro modo. Talvolta al tic, soprattutto se cronico e dunque duraturo nel tempo, si associano sentimenti di vergogna, di frustrazione e di ansia.