psicoterapia dipendenze sostanze alcolIniziando a far uso di sostanze stupefacenti o alcool non si dà immediatamente motivo di preoccupazione alle persone che ci stanno accanto e che ci amano. Tanto meno si è consapevoli della possibilità che quella che si sta vivendo possa non restare una semplice esperienza. Questo perché non è semplice definire una dipendenza ed è ancora più difficile imparare a gestirla, tanto più averne consapevolezza.

La differenza tra l’abuso di una sostanza e la dipendenza da essa è molto sottile.

Si può essere dipendenti da molte altre cose oltre al classico alcool o alle sostanze illegali a cui la mente vola pensando alla parola “dipendenza”. Ad esempio i medicinali, le sigarette, internet, possono rientrare in questo ambito. Nelle dipendenze, si possono riscontrare problemi di tipo fisico, psicologico o entrambi. La dipendenza fisica riguarda l’essere fisicamente dipendenti ossia il corpo sviluppa la necessità di quella particolare sostanza e nel tempo, si ha il bisogno di consumare dosi sempre maggiori per avere l’effetto che inizialmente si aveva con una dose minima. La dipendenza psicologica riguarda il desiderio di utilizzare la sostanza per spinte di tipo psichico o emotivo. Ci si sente travolti dal desiderio stesso di avere quella sostanza e si può arrivare a mentire o anche rubare per ottenerla.

L’epilogo può essere quello di non avere più la possibilità di scegliere se assumere la sostanza o meno, ma il solo bisogno di averla.

Esistono tuttavia molti altri aspetti che possono suggerire la presenza di una possibile dipendenza, alcuni esempi possono riguardare l’uso di una droga o dell’alcool per dimenticare i propri problemi o per rilassarsi, il ritirarsi in segreto, la perdita di interesse per attività fino ad allora importanti, o anche il passare molto tempo pensando a come procurarsi la sostanza, ansia, rabbia, depressione, sbalzi d’umore; o anche cambiamenti nelle abitudini del sonno, bisogno di utilizzare sempre più sostanza per avere il medesimo effetto dell’inizio, cambiamenti corporei.

Questi chiaramente sono solo degli esempi, per una diagnosi la cosa migliore è chiedere ad un esperto. Il riconoscimento del problema è il primo passo verso la richiesta di aiuto. Molti pensano di poter risolvere il problema da soli, di gestire la situazione, ma raramente questo funziona. Sfortunatamente vincere una dipendenza non è cosa semplice, anzi.

Anche solo per un parere è importante quindi rivolgersi ad uno psicologo, psicoterapeuta e solo se necessario e se lo si desidera, stabilire poi insieme l’eventuale percorso adatto per affrontare al meglio il disagio.