famiglia conflitto

I gruppi di sostegno psicologico alla separazione sono pensati principalmente per il bene dei figli, perché il conflitto di coppia riguarda i genitori, ma purtroppo coinvolge anche i figli minori!

Il lavoro di gruppi favorisce il sostegno interfamiliare e interpersonale, facendo sì che il gruppo sia fonte di nuove possibilità di gestione del conflitto.

Gli incontri hanno quindi l’obiettivo di aiutare la comunicazione tra le parti nell’interesse del minore.

Essere genitori e allo stesso tempo ex coniugi o ex conviventi, si traduce quasi sempre in un conflitto infinito che genera problemi indelebili sui figli.

Da qui l’idea di uno spazio che aiuti il confronto e il “ri-centrarsi” sul minore.

La terapeuta-analista conduttrice avrà un ruolo di facilitatore per la consapevolezza dei partecipanti verso nuove soluzioni funzionali, individuate ed emerse dal confronto tra le famiglie stesse.

Il lavoro attivo del gruppo di famiglie, in un clima non giudicante, favorirà e  permetterà il rispecchiamento e l’apertura verso una visione diversa : “Si può fare qualcosa per uscire dal conflitto!”

L’obiettivo è di favorisce quindi il cambiamento delle dinamiche che perpetuano la situazione di conflitto tra ex coniugi o ex conviventi.

Vedi anche mediazione familiare -separazione