Immaginazione attiva: espressione delle immagini o delle emozioni che provengono spontaneamente dall’inconscio. Se la ragione cosciente, come ovvio, non interferisce, concentrandosi su immagini interiori, non interrompendo il naturale scorrere degli eventi, l’inconscio produrrà una serie di immagini che formeranno una storia completa.  Jung teorizzò come strumento di scoperta ed analisi dell’inconscio, il Liber Novus – Il Libro Rosso- considerato un esercizio di immaginazione attiva. Nell’immaginazione attiva infatti la personalità conscia con quella inconscia del soggetto confluiscono in un prodotto che è comune ad ambedue e che le unifica (Jung, 1921). Quindi, nell’immaginazione attiva, trova espressione il più importante compito del processo analitico: la congiunzione degli opposti che l’analisi dell’inconscio ha evidenziato.